Deinococcus Radiodurans

26 Ott 2018

Sei tu padre nostro
e nostra madre
Deinococco,
minimo batterio?

Tu che dal cosmo a qui,
fino alle nostre acque
navigasti,
pallido astronauta
di pochi cromosomi,
alchimista della vita,
immune guerriero
dagli assalti 
d’ogni radiazione interstellare
e da ogni atomica esplosione.

Ecco, davanti a te mi siedo,
chissà che tu m’insegni
il segreto dei segreti
significante e muto,
perenne e mortale,
racchiuso nel tutto e nel nulla. 

(Mario Papadia)
 

Immagini