LA PRATICA ALL'EVOLUZIONE PERSONALE
La via dantesca e il bibliocounseling

Dodici giovedì di counseling dantesco con Mario Papadia

1) Dante e la chiamata sublime: “Transumanar”. A colloquio con un intelletto che, usando la forza di una lingua potente e il “disìo di così tanto acume”, propone la pratica innovativa di trasformare la propria storia personale in un universale senso dell’esistenza mondana e nell’esplorazione del multiverso ultramondano con i suoi due “alter-ego”.
2) A colloquio con Virgilio, compagno e guida. A ognuna/o il suo Virgilio. Colui che sa stimolare miti ed è maestro di empatia, ha le chiavi per l’accompagnamento di chi chiede aiuto per andare oltre i confini della porta.     
3) Inferno/1 - Forti personalità fra tumulto, miseria e nobiltà. Farinata, abitare l’inferno con “gran dispitto”; Pier della Vigna, la verità non basta alla politica; Brunetto Latini, un professore per sempre.
4) Inferno/2 – Parlare d’amore e insieme lacrimare. Francesca, Paolo e Ugolino della Gherardesca. Tutti gli amori violati: l’infanzia, l’eros, l’arte.
5) Inferno/3 – Anatomia dell’irrequietezza. In viaggio con Ulisse. Come si può rifiutare l’inseguimento del sole verso occidente?
Il primo test: dall’Inferno.

6) Purgatorio/1 – La bellezza non muore mai. Casella, l’amoroso canto dalla Terra di Mezzo alle Sfere Quantistiche: luci e dolcezze.
7) Purgatorio/2 – Gli italiani in purgatorio. E il gran comizio di Dante. La fama è un alito di vento che non toglie né la grandezza né la miseria.
8) Purgatorio/3 – Matelda e Lucia, il soliloquio e la via onirica nel viaggio del cambiamento.
Lo spazio di scienza e conoscenza fra la perdita dell’alter-ego materno e il processo spirituale di trasumanazione. 
Il secondo test: dal Purgatorio.

09) Paradiso/1 - Piccarda, una significante dal lager al paradiso. La salvezza dai significati nella condizione non scelta.
10) Paradiso/2 – Giustiniano, essere responsabili nella “aiuola che ci fa tanto feroci”. La supremazia dell’essenziale contro il troppo e il vano nell’esercizio del proprio potere.
11) Paradiso/3 – Cacciaguida: Dna, ambiente, storia, e altri orpelli. Ma non chiamiamolo destino. Dov’era e dove sarà il filo conduttore?
Il terzo test: nel Paradiso.

12) Congedo con Beatrice: discorso sullo sconfinamento. A ognuna/o la sua/il suo Beatrice. Realtà e fantasia, memoria e allegoria, persona e metafora, presenza e probabilità, carezza e imperio, contingenza e trascendenza, corpuscolo e onda dell’incommensurabile mondo che Dante creò per sé.