Menu
La mia Filosofia

Seduto sulle spalle dei giganti Tutti abbiamo la nostra filosofia, che può rispondere o no...

Leggi...
Eros e Kratos, i signori della vita

A fondamento dell'evoluzione bioculturale due potenti forze si avviluppano, competono e si compe...

Leggi...
La riprogrammazione come scelta

Talvolta si impone la necessità di ri-programmare lo schema esistenziale che ci troviamo in m...

Leggi...

Una filosofia personale?

Seduto sulle spalle dei giganti

Tutti abbiamo la nostra filosofia, che può rispondere o non all'accezione socratica, di “amore al vero, al buono, al bello”, e di "rifiuto al falso, al cattivo, al brutto", ma che comunque nella propria soggettività tale la si intende. Filosofare per sé stessi, come persone, è l'impegno con cui costruiamo significati alla nostra vita. Il problema sta solo nel se e quanto essa aiuta a navigare.

Newton, in una lettera polemica indirizzata allo scienziato Robert Hooke, scriveva: «Se ho visto più lontano è perché ero seduto sulle spalle di Giganti». Non mi affanno di affermare di vedere più lontano di altri, ma penso che ogni volta che vedo più lontano del mio sguardo del giorno innanzi, è perché mi sono seduto sulle spalle dei giganti. E di giganti davvero si tratta. La fila sarebbe lunga, ma non tanto quanto la storia della filosofia, anche perché non solo di filosofi si tratta.  Seneca, Lucrezio, Socrate, insieme con Darwin e Freud, Dante e Shakespeare, Leonardo e Caravaggio, Montaigne e Freud, Machiavelli e Popper, Türing e Heisengberg, Giovanni della Croce e il Vangelo di Giovanni, l'Apocalisse, il Tao Te Ching e L’arte della guerra.
 
Ma l'acutezza dello sguardo è una responsabilità che spetta a me.


RICHIEDI INFORMAZIONI

News in primo piano

  • Tre Passi
    10 Dic 2018
  • I GATTI DI SCHRÖDINGER
    01 Dic 2018
  • Indicibile
    28 Nov 2018
  • Attenti alle miopie politiche ed economiche
    26 Nov 2018
  • 7 Scienziati a pochi mesi dalla Brexit
    22 Nov 2018
  • Lo spazio cognitivo dei pensieri
    19 Nov 2018

Corsi