Menu
La mia Filosofia

Seduto sulle spalle dei giganti Tutti abbiamo la nostra filosofia, che può rispondere o no...

Leggi...
Il programma della vita e il caso

Qualsiasi organismo vivente è una struttura programmatica in quanto governata dal codice gene...

Leggi...
Lungimiranza

Spesso si accusa l’azione proiettata solo sul presente (in qualsiasi disciplina: politica, eco...

Leggi...
I bisogni biologici

La pulsione fondamentale ogni specie, compreso quella umana, e di ogni singolo individuo della speci...

Leggi...
Eros e Kratos, i signori della vita

A fondamento dell'evoluzione bioculturale due potenti forze si avviluppano, competono e si compe...

Leggi...
L'individuo e la sua programmazione

Il codice genetico è solo l’inizio della programmazione individuale, che continuer&agra...

Leggi...
La riprogrammazione come scelta

Talvolta si impone la necessità di ri-programmare lo schema esistenziale che ci troviamo in m...

Leggi...

I bisogni biologici

La pulsione fondamentale ogni specie, compreso quella umana, e di ogni singolo individuo della specie vivente, è la sopravvivenza. Ma ne è anche  l’obiettivo primario e, come tale, uno bisogno biologico imprescindibile. Dal momento che un individuo si trova a questo mondo, tutto ciò che vuole è starvi alle migliori condizioni possibili. Di certo, non sta in questo mondo con l’intento di non esserci. Ogni organismo, nel momento in cui si costituisce, è dominato dall’esigenza di esistere, che perciò stesso diventa il suo bisogno imprescindibile, ciò di cui non può fare a meno: perdere la sopravvivenza equivale a non esistere più. Nella sopravvivenza si afferma la condizione imprescindibile perché si verifichi ogni altra funzione biologica e, per quanto si riferisce a noi, emotiva, mentale e spirituale. I bisogni biologici, nell'umana specie, si suddividono in due gruppi.

1) Nel primo gruppo il bisogno che precede ogni altro è la riproduzione, affinché la specie si perpetui ed eviti l’estinzione. In conseguenza del modo di riproduzione tipico dell’Homo Sapiens (in cui sessualità e affetto si legano vivamente), si è instaurato il bisogno della perpetuazione del legame fra partner e fra consanguinei, favorita dalla lunga infanzia della prole umana. Il legame di sangue ha dato luogo alla mutua assistenza, a strutture comunitarie ove vivere la gratificazione della vicinanza, la sicurezza della mutua difesa e la tutela delle risorse. Infine nella specie umana si sviluppò la conquista della solidarietà fra comunità non legate da parentela: da ciò la possibilità di traffico fra soggetti di gruppi diversi che, pur non essendo consanguinei, hanno appreso a scambiarsi risorse, a mettere in comune tecnologie, a intessere alleanze di difesa o di offesa.
Il fallimento anche solo di un singolo di questi bisogni pone in crisi il senso di sopravvivenza sia nell’individuo sia nella comunità.

2) Al secondo gruppo di bisogni della sopravvivenza appartiene la tendenza di ogni specie, e soprattutto della nostra, all’occupazione del territorio, per rifornirsi delle risorse necessarie. Il sé individuale tende ad occupare il territorio non solo perché lì si possono reperire le risorse. È impellente il bisogno di esercitare le proprie caratteristiche. L’affermazione del sé si manifesta quindi anche nella competizione dentro le specie tramite le tattiche sessuali, le proporzioni del corpo, la malleabilità delle forme e dei suoni. E per noi umani nell'esercizio delle qualità tipiche acquisite nel corso dell'evoluzione culturale e nell'espressione delle programmazioni mentli e spirituali di cui si è parlato nel paragrafo precedente.


RICHIEDI INFORMAZIONI

News in primo piano

  • A giugno ci rivediamo negli occhi. Finalmente, ma abbiamo anche imparato molto
    04 Mag 2021
  • Un po' di counseling linguistico: parlare una lingua inclusiva e non sessita
    22 Apr 2021
  • Cosa stiamo imparando negli webinar danteschi
    09 Apr 2021
  • Una suggestione dantesca:
    nuovi orizzonti alla pratica dell'evoluzione personale
    15 Mar 2021
  • Fare cultura è creare e crearsi disagio
    11 Feb 2021
  • Pandemia e opportunità di cambiamento da non perdere.
    01 Gen 2021

Corsi